Dalle backwater alle piantagioni di the

La notte in autobus è veramente lunghissima e praticamente non riusciamo a chiudere occhio. Il lato positivo è che ci godiamo un’altra alba mentre attraversiamo i chilometri e chilometri della infinita Cochin. Dopo una colazione ristoratrice raggiungiamo Fort Cochin in battello e riesco a trovare la casa in cui avevo soggiornato a lungo nel mio precedente passaggio da queste parti. L’acqua calda continua a non esserci. Nelle piccole stradine nascoste tutto sembra fermo ma sul fronte mare la turisticizzazione, che era già forte, adesso è decisamente prepotente. Decidiamo di andare su Vypin l’isola più grande dell’arcipelago a cercare il Kerala di mare senza i vizi del turismo di massa. Noleggiamo uno scooter e percorriamo la lunghissima Vypin prima lato mare poi lato backwater cercando i percorsi più remoti, le strade più difficilmente percorribili osservando le piccole case costruite con tutti i materiali possibili e ammirando il perfetto amalgama tra uomo e natura, tra mare, acqua dolce, cielo e il verde prepotente che tutto questo genera e che l’uomo, nonostante tutto, non riesce a distruggere. Mangiamo vicino al mare un ottimo thali di pesce insieme a un gruppo di operai. Ottima giornata ma non c’e’ altro motivo per restare oltre, prendiamo un autobus per Ernakulam e da li per Munnar, sulle colline alla ricerca delle piantagioni di the.

Nell’autobus che sale sulle strade eccessivamente tortuose, rese quasi impossibili dallo stile di guida indiano spicca la triplice statuetta con Gesù, Maometto e Shiva che non lascia niente di intentato nelle richieste di protezione. Decidiamo di noleggiare un rickshaw in direzione Madupatty. Le piantagioni di the sono a perdita d’occhio e l’espansione di queste è inarrestabile. Dove c’era collina incolta c’è the, dove c’era bosco c’è the. Il lavoro nelle piantagioni, che deve essere durissimo su queste colline impervie, è riservato alle donne. Dopo circa 30 chilometri ininterrotti di the ci dobbiamo fermare perchè il maltempo ci impedisce di raggiungere la Top Station. Torniamo indietro pronti ad affrontare di nuovo la discesa a livello del mare, non prima di aver fatto rifornimento di spezie. Raggiungiamo Kottayam con un altro autobus di linea dove ci prepariamo ad attraversare tutte le backwater fino ad Alleppey sul battello statale.